Social
ITReview Qlik Elite partner for business intelligenceITReview Qlik Elite partner for business intelligence ITReview Qlik Elite partner for business intelligenceITReview Qlik Elite partner for business intelligence ITReview Qlik Elite partner for business intelligenceITReview Qlik Elite partner for business intelligence ITReview Qlik Elite partner for business intelligenceITReview Qlik Elite partner for business intelligence
it
HAI QUALCHE DOMANDA?
Itreview immersive Analytics
Smart Business View

Immersive Analytics, la nuova frontiera della Data Visualization

23 Marzo 2021

Il mondo è cambiato e lo ha fatto ad una velocità inaspettata. Gli scenari che le previsioni davano su un orizzonte temporale di medio-lungo periodo stanno, invece, trovando i presupposti per presentarsi già in questo presente. Nell’ultimo anno, persone ed organizzazioni si sono dovute adattare ad una nuova normalità, provando ed imparando a gestirla con le metodologie e gli strumenti a disposizione.

Ltecnologia si è confermata l’elemento centrale di un mondo che evolve a pieno ritmo verso una massiva digitalizzazione. Ma, alla luce di questi cambiamenti e conferme, che ruolo avrà la tecnologia nel prossimo futuro? Che uso ne faranno le aziende? 

Per capire come il presente ha accelerato l’evoluzione e approfondirne l’impatto in termini organizzativi e di Business, abbiamo intervistato Andrea De Rossi, CTO di ITReview. 

Dati e tecnologia: quali sono e soprattutto quali saranno le esigenze delle aziende da qui in avanti? 

Le esigenze sono tante e ogni contesto vive della sua specificità. Ma se dovessi citare il tema più urgente parlerei senza dubbio di democratizzazione delle informazioni e collaborazione tra persone. Il dato è una risorsa, renderlo intuitivo e disponibile tramite la sua rappresentazione ne abilita il valore.  

Per questo, oltre alla visualizzazione tradizionale e al Mashup, da un anno stiamo lavorando sull’Immersive Analytics, un progetto che punta a visualizzare i dati tramite la realtà aumentata. Il tutto con l’obiettivo di consentire alle aziende di raggiungere i propri obiettivi d’analisi e soprattutto di business, favorendo l’interazione e collaborazione tra diversi utenti. 

La scorsa settimana la stessa Microsoft ha annunciato una nuova piattaforma, Microsoft Mesh, che permetterà questo tipo di interazione tra persone e dati. 

Immersive Analytics: di cosa si tratta esattamente? 

Il nome lascia già intuire qualcosa. Si tratta di far vivere alle persone un’esperienza d’analisi senza precedenti, facendole immergere all’interno di un contesto di realtà mista. Mi spiego meglio, vogliamo approcciare la Data Visualization attraverso l’uso di dispositivi wearable, che permettono agli utenti di vedere le analytics proiettate nello spazio in cui si trovano, navigare il dato in qualsiasi modo, interagendo con i colleghi in tempo reale. Grazie all’Immersive, le persone potranno vivere simultaneamente la stessa esperienza analitica, confrontarsi su temi d’interesse, condividere informazioni. Senza dover rinunciare alla governance o compliance aziendale in termini di dati e riservatezza.  

L’idea è quella di privilegiare la collaborazione a favore di una migliore comprensione delle analisi e di un’identificazione più agile di insights strategici per le aziende. La migliorata fruizione dei dati, infatti, semplifica l’individuazione di risposte e stimola la ricerca di analisi complesse perché cambiano le modalità di interazione: non più attraverso un browser ma in uno spazio dinamico. 

Per quale motivo oggi le aziende dovrebbero investire nell’Immersive Analytics? 

I modelli organizzativi tradizionali hanno lasciato spazio a forme di lavoro più flessibili. Le condizioni sono mutate e la tecnologia può aiutare le aziende a trovare dei vantaggi trasversali in tale cambiamento. L’Immersive Analytics è un’opportunità per questo presente ma lo sarà sempre più in futuro. Siamo abituati a giornate di lavoro remoto tra call, schermi condivisi e messaggi via chat. Con l’Immersive questo tipo di dinamiche diventerebbero molto più fluide ed efficaci. Basterebbe indossare i visori per accedere alla Data Room ed incontrare virtualmente i colleghi. A prescindere dal luogo da cui sono collegati. 

Insomma, azzeramento delle distanze fisiche, maggior flessibilità e confronto, riduzione tempi decisionali: questi sono i motivi per cui le aziende dovrebbero guardare a simili soluzioni. Il tutto corredato al contenimento dei costi sul medio-lungo periodo. Utilizzare tali tecnologie significa migliorare la qualità della vita delle persone, che necessitano di interazione coi colleghi e possono ottenerla, in questo modo, anche collegati da casa.  

Torna indietro